L'angolo della Geologia

lunedì 10 giugno 2019

Il Saccarosio

Modello 3D della molecola del saccarosio
Il saccarosio è un composto organico della famiglia dei glucidi disaccaridi, comunemente chiamato zucchero, sebbene quest'ultimo termine indichi un qualsiasi generico glucide (detto anche carboidrato o idrato del carbonio semplice), al quale appartiene anche il saccarosio.
Formula di struttura del saccarosio - Formula bruta C12H22O11
In relazione alla sua struttura chimica, il saccarosio è classificabile come un disaccaride, in quanto la sua molecola è costituita da due monosaccaridi, più precisamente glucosio e fruttosio.
Dall'alto a sinistra, in senso orario, zucchero di canna bianco raffinato, non raffinato, marrone e non lavorato.
A temperatura ambiente e pressione atmosferica si presenta sotto forma di solido (in cristalli) o disciolto in soluzione. Lo si trova largamente in natura, nella frutta e nel miele (in percentuale più bassa rispetto al fruttosio), sebbene, da sempre, esso si estragga dalle piante della barbabietola da zucchero (soprattutto in Europa) e dalla canna da zucchero (nel resto del mondo).

Il saccarosio così estratto viene utilizzato nell'ambito dell'industria alimentare, specialmente dolciaria e pasticciera, prendendo il nome di comune zucchero da cucina (raffinato bianco oppure integrale "grezzo").
Per altro, storia, caratteristiche chimiche e fisiche vedi: Saccarosio su Wikipedia

Nessun commento:

Post di altri Blog

Post più popolari ultimi 7 giorni