L'angolo della Geologia

lunedì 29 aprile 2019

Il krill

A Northern krill (Meganyctiphanes norvegica).
Il krill è presente nelle fredde acque degli oceani del Sud, in banchi di alcuni chilometri di diametro composti da milioni di individui. Rappresenta il nutrimento principale di balene - ciascuna ne mangia fino a 2 tonnellate al giorno - aringhe, foche, pinguini e altri uccelli marini.

Krill Antartico - Euphausia superba
Simile ad un gamberetto, presenta però dimensioni maggiori. Strettamente erbivoro, si nutre di diatomee e altro fitoplancton. Come molti altri crostacei, il krill trattiene per breve tempo le uova fecondate tra gli arti toracici. L’intero processo di metamorfosi da larva ad adulto richiede 16-20 mute.

Nessun commento:

Post di altri Blog

Post più popolari ultimi 7 giorni